Edizioni dell'Orso - Vendita libri online

Vai al contenuto principale »

Cerca nel Sito

Attualmente sei su:

La Grazia. Declinazioni metafisiche e teologiche, letterarie e cinematografiche

Doppio click sull'immagine per vederla intera

Rimpicciolisci
Ingrandisci

Altre Viste

La Grazia. Declinazioni metafisiche e teologiche, letterarie e cinematografiche

Consiglia per Email a un Amico

Disponibilità: Disponibile.

€ 25,00
Aggiungi Articoli al Carrello

Descrizione Prodotto

In senso teologico e poi giuridico, il concetto di grazia è inscindibile da quello della sovranità di Dio e del potere mondano sulla terra che da essa deriva. Ma la sovranità di Dio chiama in causa la libertà dell’uomo ovvero la questione del “libero arbitrio”, secondo una relazione in sé e per sé intrinsecamente dialettica, da cui dipende la prospettiva soteriologica. D’altra parte, la parola greca charis ha unificato in un unico termine la pluralità di termini che nell’Antico Testamento sono riconducibili all’idea di grazia. Per questa via, il concetto è di nuovo inscindibile da quello non meno abissale della bellezza, secondo una relazione che questa volta chiama in causa creazione e creatura. La prima direzione è metafisica e teologica, la seconda in senso lato ‘poetologica’. L’ipotesi che la sorregge, risalente a Michel de Certeau, è che la poesia – inclusa la ‘poesia cinematografica’ – sia erede della mistica.
Questi i due principali fili conduttori del volume, in cui il lettore troverà nella prima parte contributi che vanno dal senso metafisico ed estetico della grazia all’approfondimento di figure quali Pasolini, Luzi, Giudici, Kafka, Silone e Bresson, inclusa una ‘meditazione poetica’ sulla grazia; nella seconda parte preziosi spunti di riflessione sul tema dalle prospettive teologiche delle religioni iranica, islamica e buddista alla poesia mistica persiana.

Informazioni Aggiuntive

Collana Quaderni di Studi Indo-Mediterranei
Numero in collana 8
Sottocategoria Cinema
Curatore Barnaba Maj
Indice Indice: Presentazione di Barnaba Maj • Sul significato esistenziale della grazia, di Aldo Masullo • L’eccezione estetica: il volto della grazia, di Dario Giugliano • Il sogno della Grazia: Pasolini lettore di sé e il romanzo poikilos, di Davide Messina • Luce e ombra: la grazia nella poesia di Luzi e nella pittura di Simone Martini, di Camilla Rizzi • La grazia della Lingua Poetica. Giovanni Giudici e il Paradiso di Dante, di Alessandro Di Prima • La grazia come ‘soglia’. Riflessioni a margine di Franz Kafka, di Barnaba Maj • Ignazio Silone e la dimensione intramondana della grazia, di Maria Laura Zazza • La preservazione del mistero nella grazia dell’invisibile: il cinema di Robert Bresson, di Rossana Lista • Il bene necessario, di Domenico Brancale • Concezioni della grazia nella teologia razionale islamica, di Francesco Omar Zamboni • “Pietre o gemme uguali sono”. Lo sguardo del Signore di Fortuna (sâheb-e dowlat) nelle lettere persiane medievali, di Carlo Saccone • Breve nota sulla grazia illuminante e liberatrice dei Buddha e dei Bodhisattva, di Alessandro Grossato. Una lettura tra Oriente e Occidente: Inventare Zoroastro. Riflessi della religione iranica nel mondo greco, di Ezio Albrile. Recensioni
Anno 2016
Pagine X-290
Isbn 978-88-6274-711-0
Libri nella stessa sottocategoria
Marco Cipolloni<br>Lingue di celluloide: la traduzione del cinema spagnolo in Italia. Collana: Corsi universitari
Marco Cipolloni
Lingue di celluloide: la traduzione del cinema spagnolo in Italia. "
Chalta hai: così va il mondo. Bollywood specchio dell'India Collana: Collana del Dipartimento di Orientalistica dell'Università degli Studi di Torino Critical Studies - Archives
Chalta hai: così va il mondo. Bollywood specchio dell'India"
 

Carrello

Non ci sono articoli nel tuo carrello.

Newsletter

Newsletter

Rivista Italiana di Studi Catalani
Rivista Italiana di Studi Catalani

Scarica catalogo