Giovani e abuso sessuale nella letteratura italiana (1902-2018)

Autore: Luciano Parisi
Isbn: 978-88-3613-114-3
Collana: L'infinita durata. Saggi e testi di letteratura italiana / ISSN 2612-3010
Non disponibile
Giovani e abuso sessuale nella letteratura italiana (1902-2018)
Maggiori Informazioni
ISBN978-88-3613-114-3
Numero in collana27
CollanaL'infinita durata. Saggi e testi di letteratura italiana / ISSN 2612-3010
AutoreLuciano Parisi
PagineVIII-360
Anno2021
In ristampaNo
DescrizioneGiovani e abuso sessuale nella letteratura italiana (1902-2018)
I protagonisti delle storie che studio sono deboli, oltre che per l’età che hanno, per ragioni legate alle famiglie, alla comunità e alla cultura di cui fanno parte. C’è chi approfitta della loro immaturità, delle conoscenze parziali che hanno e della loro limitata capacità di difesa per soddisfare desideri che non sono soltanto sessuali, ma che mirano anche al dominio e all’umiliazione del prossimo. Il dolore per la sopraffazione o l’inganno subiti è forte; e gli effetti su chi è vittima di un abuso sono spesso traumatici. Quando queste storie vengono raccontate, il discorso si allarga a chi si approfitta di loro, gli abusanti, e alla comunità – rurale, urbana, regionale, nazionale e persino internazionale – che qualche volta sembra addirittura stare dalla parte dei loro oppressori o resta indifferente o, nei casi migliori, si prodiga per aiutare gli abusati nel lungo periodo di ripresa e riparazione. Gli scrittori italiani hanno avuto per questo tema una particolare sensibilità redigendo testi che meritano di essere piu ampiamente conosciuti e discussi. Certo, davanti a un’emergenza, quando si tratta di tutelare un minore, di arrestare le violenze commesse su di lei o di lui, di trovare metodi efficaci e finanziamenti per farlo, le opere letterarie possono poco e sarebbe frivolo rivolgersi ad esse. È però un errore lasciare che i problemi diventino emergenze: l’azione preventiva è utile, multiforme, poco costosa, molto meno dolorosa per tutti; e anche i testi studiati in questo libro possono giovare.
Luciano Parisi è professore associato di letteratura italiana all’Università di Exeter, in Gran Bretagna. Ha pubblicato Borgese (Torino, Tirrenia, 2000), Manzoni e Bossuet (Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2003), Come abbiamo letto Manzoni (Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2008) e Uno specchio infranto. Adolescenti e abuso sessuale nell’opera di Alberto Moravia (Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2013). Il suo prossimo libro sarà dedicato alla componente epica dei romanzi contemporanei in Italia.