Roma e l'Oriente greco

Sku
978-88-3613-415-1
45,00 €

Epistole, diplomazia e potere dalla battaglia di Cinoscefale alle Idi di marzo


Autore: Stefano Tropea
Isbn: 978-88-3613-415-1
Collana: Studi e testi di epigrafia / ISSN 2704-8896
Quick Overview

Epistole, diplomazia e potere dalla battaglia di Cinoscefale alle Idi di marzo

Maggiori Informazioni
ISBN978-88-3613-415-1
Numero in collana04
CollanaStudi e testi di epigrafia / ISSN 2704-8896
AutoreStefano Tropea
PagineXXVIII-404
Anno2024
In ristampaNo

Le trame della diplomazia, arte sottile del confronto interstatale, l’epistolografia, forma primaria di comunicazione per soggetti dotati di autorità politica, e il linguaggio del potere sono i temi principali al centro di questo studio sulla storia antica. Il presente volume offre una disamina complessiva sulle forme di relazione e comunicazione innestatesi tra i Romani e i Greci nei secoli II e I a.C. attraverso un particolare tipo di documenti, le epistole – composte in lingua greca – inviate da magistrati romani a comunità elleniche e attestate in forma epigrafica. Questi testi, minuziosamente esaminati in un dossier di più di cento documenti, sono per la prima volta considerati come un gruppo unitario e omogeneo di testimonianze in grado di rivelare informazioni preziose sul periodo in cui la presenza di Roma nel Mediterraneo orientale si trasformò progressivamente dal ruolo di supervisore dell’equilibrio tra le monarchie ellenistiche a quello di potenza dominante nell’area greca. La trattazione si sviluppa attorno al linguaggio delle lettere romane, mutuato dai modelli epistolari ellenistici e riadattato alle esigenze della politica estera romana, alle pratiche di elaborazione, trasmissione e diffusione dei testi e agli esiti diplomatici e politico-amministrativi del confronto romano-ellenico tra l’operato di Flaminino e quello di Cesare.

Stefano Tropea, dottore di ricerca presso l’Università di Torino, è titolare di assegno di ricerca presso l’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna nell’ambito del progetto “Forging Identities”. Strategie politiche, culturali, religiose e lessico delle trasformazioni nel Mediterraneo greco-romano (III-I sec. a.C.). È stato assegnista di ricerca e borsista presso l’Università di Torino per il progetto The Epigraphic Landscape of Athens, per il quale ha svolto ricerche epigrafiche e topografiche relative all’Atene tardoellenistica. Ha inoltre insegnato storia romana presso l’Università di Urbino “Carlo Bo”. Le sue ricerche hanno riguardato soprattutto l’epigrafia greca e le relazioni politico-diplomatiche e culturali tra le popolazioni del mondo antico, con particolare attenzione alle dinamiche di interazione tra i Romani e le altre civiltà. Dopo aver pubblicato diversi articoli di carattere accademico, presenta ora in questa Collana la sua prima monografia.