La stella perduta

Sku
978-88-6274-239-9
18,00 €
Le Pleiadi nella tradizione mitologica e popolare
Autore: Paola Capponi
Isbn: 978-88-6274-239-9
Collana: In forma di parola / ISSN 2611-6014
Quick Overview
Le Pleiadi nella tradizione mitologica e popolare
La stella perduta
Maggiori Informazioni
ISBN978-88-6274-239-9
Numero in collana16
CollanaIn forma di parola / ISSN 2611-6014
AutorePaola Capponi
Pagine250
Anno2010
In ristampaNo
DescrizioneLa stella perduta
Premessa ● Capitolo Primo, Pleiadi, Atlantidi, colombe: quas Latini Vergilias dicunt I nomi delle Pleiadi nella tradizione classica ● Capitolo Secondo, La nominazione popolare dei corpi celesti in Spagna e in Italia ● Capitolo Terzo, I nomi popolari delle Pleiadi. Tempo cronologico, meteorologico, ciclico, mitico ● Capitolo Quarto, Le Pleiadi, la extirpación de la idolatría e i centri del potere in Mesoamerica ● Abbreviazioni bibliografiche ● Indice analitico ● Indice dei nomi
I nomi di astri e costellazioni portano il segno di una familiarità con la volta celeste oggi in buona parte scomparsa. Rimandano a una visione sacra della natura, simpatetica, tesa tra paganesimo e cristianesimo. Il cielo, la metà superiore del panorama, è prolifica sorgente di credenze. È la sede del sacro e delle anime dei defunti, dei demoni del tempo e degli eventi meteorologici da cui dipendono i raccolti e le possibilità di sopravvivenza. Il cielo notturno è delle stelle, è grande orologio in movimento: a un osservatore attento esso scandisce il procedere delle ore, annuncia i cambiamenti stagionali. I nomi delle stelle serbano il ricordo di questo sfumato dialogo tra uomo e cielo ora interrotto o almeno radicalmente mutato rispetto ai termini in cui si è svolto nelle comunità rurali sino alla metà del secolo scorso. Seguendo la doppia tradizione, colta e popolare, e compiendo sondaggi dal Vecchio così come dal Nuovo Mondo, è ancora possibile ripercorrere le vie di un immaginario celeste antico, ora in via di smarrimento.

Paola Capponi, laureata in Storia della lingua italiana all’Università di Torino, ha conseguito il dottorato di ricerca presso la Facultad de Filología dell’Università di Siviglia. È attualmente docente all’Università Pablo de Olavide di Siviglia. È autrice di I nomi di Orione. Le parole dell’astronomia tra scienza e tradizione, Venezia, Marsilio 2005.