Saga di Frithjofr l'audace

Sku
978-88-6274-635-9
12,00 €
Curatore: Maria Cristina Lombardi
Isbn: 978-88-6274-635-9
Collana: Gli Orsatti / ISSN 2283-2025
Saga di Frithjofr l'audace
Maggiori Informazioni
ISBN978-88-6274-635-9
Numero in collana40
CollanaGli Orsatti / ISSN 2283-2025
CuratoreMaria Cristina Lombardi
Pagine112
Anno2015
In ristampa
DescrizioneSaga di Frithjofr l'audace
La Saga di Friðþjófr, qui per la prima volta tradotta in italiano dall’islandese antico, è una delle opere più famose e dibattute della letteratura nordica medievale. I motivi della grande attenzione di pubblico e critica sono da ricercare nella ricchezza di temi che presenta: di tipo magico-religioso (il dio Baldr, i riti pagani, le donne troll, le stregonerie e gli incantesimi), di ordine sociale (la scalata del giovane valoroso e il conflitto tra aristocrazia e proprietari terrieri) e sentimentale (l’amore contrastato tra Friðþjófr e Ingibjörg). Vi si racconta la storia di Friðþjófr, eroe norvegese, giovane illustre e ricco, ma non aristocratico, e della sua lotta contro due re, Helgi e Hálfdan, per la conquista della loro sorella, la principessa Ingibjörg di cui è innamorato. I due re, devoti al dio Baldr, figlio di Odino, lo ritengono un pretendente inaccettabile perché di rango inferiore. Da qui scaturisce una serie di vicende, in cui si intrecciano amore e guerra, mondo vichingo e mondo cortese, che fa di questa saga un’opera letteraria unica, tradotta in numerose lingue e oggetto di una vasta letteratura critica. Numerose opere in prosa e in poesia si sono ispirate ad essa nel corso dei secoli, tra le quali spicca il famoso rifacimento poetico composto dal romantico svedese Esaias Tegnér, professore di lettere classiche all’Università di Lund, che contribuì a fare dell’eroe protagonista (nel testo svedese, Frithjof) un simbolo della ricchezza culturale del mondo nordico da contrapporre a quello classico. a cura di Maria Cristina Lombardi