Lingua, cultura, società

Sku
88-7694-030-8
26,00 €
Saggi sulla letteratura italiana del Cinquecento
Autore: Mario Pozzi
Isbn: 88-7694-030-8
Collana: Contributi e proposte ISSN 1720-4992
Quick Overview
Saggi sulla letteratura italiana del Cinquecento
Lingua, cultura, società
Maggiori Informazioni
ISBN88-7694-030-8
Numero in collana01
CollanaContributi e proposte ISSN 1720-4992
AutoreMario Pozzi
Pagine340
Anno1989
In ristampaNo
DescrizioneLingua, cultura, società
In saggi di varia ampiezza e impostazione la letteratura del Cinquecento viene illustrata da punti di vista e con metodi diversi ma sempre con una ferma attenzione ai complessi rapporti fra lingua, cultura e società. Accanto a ritratti a tutto tondo (Bembo, Speroni, Gelli) stanno arditi tentativi di sintesi (le discussioni linguistiche, la trattatistica d’amore), proposte per ulteriori ricerche (la riscrittura , la cultura in Piemonte) e esplorazioni in aree che stanno fra la letteratura e altre discipline (la tipologia della descriptio, il mondo nuovo di Amerigo Vespucci). Sono saggi che nel loro complesso cercano di gettare nuova luce sopra tutto sui momenti critici, di qui l’ampio spazio dedicato a scrittori come l’Equicola, il Castiglione, il Bandello. Ne risulta un Rinascimento più vario, più ricco, più inquieto di quanto comunemente non si pensi.
Mario Pozzi è nato ad Alessandria il 1° gennaio 1939. È professore ordinario di Lingua e letteratura italiana nella Facoltà di Magistero dell’Università di Torino, dove prima a lungo ha tenuto l’incarico di Storia della grammatica e della lingua italiana. Collabora assiduamente al «Giornale storico della letteratura italiana», di cui è condirettore. Ha studiato autori e opere appartenenti a vari periodi della letteratura italiana (la Cronica di Anonimo Romano, C. I. Frugoni, L. di Breme, N. Tommaseo, E. Thovez, E. Cecchi, ecc.), ma ha dedicato le sue ricerche sopra tutto al Rinascimento. Ha pubblicato le opere più importanti di Bembo, Speroni e Gelli (Trattatisti del Cinquecento, tomo I, Milano-Napoli 1978) e i principali scritti della lingua volgare (Discussioni linguistiche del Cinquecento, Torino 1988). Una prima serie di suoi saggi si trova in Lingua e cultura del Cinquecento (Padova 1975). Ha inoltre curato un’edizione di scritti di A. Vespucci (Il mondo nuovo di A. Vespucci, Milano, 1984) e le ristampe anastatiche dei Trattati d’amore del Cinquecento, ed. Zonta (Roma-Bari 1975) e dell’edizione settecentesca delle Opere di S. Speroni (Roma 1989).